Skip to main content

Cosa mi sta succedendo? Un piccolo sfogo

Questo articolo è uno sfogo, non parlerà di libri ma solo di blocco del lettore, non parlerà di scrittura ma solo della mia situazione. 

Non sto leggendo molto, sono fin troppo stanca in questo periodo, sono stressata, mi sono uscite bruttissime macchie da stress su tutto il corpo e sono davvero orribili, se prima avevo un'autostima bassa adesso si è abbassata ancora di più e in tutto questo lungo processo la scuola ha contribuito fortemente.

Sono sempre stata la famosa "ragazza perfetta", la figlia perfetta, i miei genitori sono orgogliosi di me, sono orgogliosi perché ai colloqui i professori si sono complimentati per il fatto che io abbia parlato davanti ad un pubblico di cinquecento persone esponendo tematiche importanti, sono orgogliosi di me perché la mia media è molto alta, perché a differenza dei miei coetanei non sto attaccata ai social tutto il giorno ma sto sui libri, e non c'è nulla di male ad essere orgogliosi della propria figlia.
I miei professori mi considerano un genio.
Mi considerano un genio perché apprendo tutto subito, perché riesco ad imparare le cose da sola, perché faccio del lavoro in più di mia spontanea volontà, perché quando mi interrogano certe volte non riesco a smettere di parlare, perché i miei voti e le mie verifiche sono sempre impeccabili, sono sempre quella che sa già qualcosa dell'argomento che stanno per spiegare, sono quella con tantissima memoria e quindi si ricorda il programma delle medie oltre che quello delle superiori, sono un genio perché a diciotto anni in questa società la mia più grande passione è scrivere e non farei altro se solo potessi, e tutti loro mi ammirano per questo.
Tutti credono che io sia perfetta, e io vorrei tanto esserlo.
Ma ci sono cose dietro a cui non riesco più a star dietro, essere perfetta non è sempre il massimo.
Non voglio passare per quella che si lamenta perché invece che prendere dieci ha preso nove emmezzo, ma sono stanca.
Perché se credono che io sia un genio non ho il permesso di sbagliare, non ho il permesso di non sapere le cose, di tralasciare qualche dettaglio inutile, di non studiare almeno per una volta, di fare un'assenza perché non ho voglia di andare a scuola, di entrare un'ora più tardi o uscire un'ora prima.
Devo continuare ad essere perfetta anche quando non lo voglio, o se la prenderanno con me.

Ed è ciò che è successo, ho fatto una verifica e ho fatto lo stesso errore che aveva commesso metà classe e la professoressa, invece di pensare che forse non aveva spiegato bene il concetto se l'è presa SOLO con me perché avevo sbagliato, avevo capito male. 
Mi ha interrogato sta mattina dicendo che mi sto irrigidendo e che mi verrà solo contro e che non posso essere perfetta. 
Beh, so di non esserlo, il problema è che non so come smettere di pretendere di volerlo essere.
Non so come convincere me stessa che non lo sono e che forse dovrei lasciarmi andare, accontentarmi di ciò che arriva, fregandomene di meno, stare a casa almeno una volta perché ho mal di pancia invece che obbligarmi ad andare perché se no se la prenderanno con me.
E' frustrante vedere che mi sto stancando, che non ce la faccio più a stare ore sui libri, a sopportare quegli stronzi dei miei compagni di classe, che voglio smettere di studiare materie che non mi interessano per nulla, che voglio prendermela di meno con me stessa se le cose non vanno come avrei voluto.


Non so come fare a considerare l'ipotesi che anche io posso sbagliare, che anche io ho dei difetti, perché sono sempre stata vista come quella perfetta, ma anche io ho dei difetti, e ne sono cosciente solo che non so come accettarli.

Comments

Popular posts from this blog

How to write and publish a book.

Readers always come at the end asking to themselves if they would ever be able to write and publish a book.  Well, it is possible to write a book, and I can give you some suggestions right now. First of all you have to study the market a little bit, if you want to write a romance but everyone is crazy for horror at the moment, probably it's not the best time for it and your work need to wait or it won't be as succesful as you will want it to be. If the ''style'' that you are writing at the moment is successful then make sure that the story is original and it is not a copy of a copy. Do not make grammar mistakes. Avoid them, make sure that someone else reads the book for you and valutates it, if you want I can do it for you, check the services page to know how to contact me, someone should tell you if your book is good or it have no chanches.
Edit your book, I know averyone has been talking about if editing is useful or not and listen to me, yes it is.
The edito…

This is your time to shine - for all the authors that need to market their novel - FREE

In Italy the government gives every person who turns 18 a bonus of 500€ to spend on book. Since I want to improve my English and to help people I have thought about buying self published authors and traditional published novels but of new writers to help them be recognized and promote their work if it is good.  All you need to do is write to me an email at readtosurvive.blog@gmail.com telling me about your book, what is the story and all you want and follow me on Twitter or/and Instagram (3.1k followers) I will select 5 books a month to buy and review, if your book is too good to be true it will be suggested to my blogger friends and it will get a permanent spot under all my articles with a direct link to buy it.  At the beginning of the month I will announce on the blog who the winners are and I will announce when to expect the review.
(Obviously understand that some months I can buy 2 books instead of 5 because sometimes the bonus doesn't work and sometimes I just don't have…

Aggiornamenti 2019

Ciao a tutti, come state? E' da un po' che non scrivo sul blog ed il motivo è che mi sono voluta prendere una pausa per via della scuola, della stanchezza e anche per via del fatto che non ho per niente letto in questo periodo, non ero proprio nel mood, semplicemente non mi voglio forzare a scrivere, il blog per me è una passione e non un lavoro, se non me la sento di pubblicare un articolo non lo faccio, non voglio forzarmi. Comunque, ho alcuni aggiornamenti su cui ho potuto meditare in questo periodo di assenza. Innanzitutto ho pensato ad alcune serie che possono uscire. La prima, quella a cui tengo di più è la serie sulla scrittura che sarà pubblicata ogni lunedì, con questa serie vi informerò di come procede il mio processo di scrittura ed editing di entrambi i miei libri che penso di pubblicare fra poco, ho deciso di autopubblicarmi per una serie di motivi che vi spiegherò in un apposito articolo che uscirà in uno dei lunedì dedicati alla scrittura, la serie si chiamerà …