Skip to main content

Come scrivere un libro, parte due - la struttura.

Con questo articolo, il secondo della serie, qui trovate il primo, è importante per un motivo di ordine che voi leggiate prima il primo e poi il secondo, parleremo quindi oggi della struttura che dovrebbe avere il vostro libro.

Sull'articolo di ieri mi sono dimenticata di specificare che questi sono gli accorgimenti che hanno funzionato per me e che mi hanno permesso di redigere qualcosa di sensato, quindi capisco che qualcuno possa trovarli insensati o poco corretti.
Oggi parleremo quindi della struttura che dovrebbe avere un libro e soprattutto della grammatica e dell'ortografia.
Prima di tutto il testo VA GIUSTIFICATO.
Cosa costa schiacciare il tastino che giustifica il testo?
A patto che non abbiate scritto una poesia e con i versi lunghi e corti vogliate enfatizzare qualcosa e che quindi il motivo per cui non giustificate ha senso, fatelo sempre. Darà un senso di ordine alla vostra opera.
Dopo di che, sempre in modo che tutto sia lineare, decidete come volete dividere il vostro libro, questo potete decidere di farlo alla fine, secondo me è più faticoso, decidete se volete dividerlo in capitoli o no, ad esempio io per il mio primo libro non ho optato per la divisione in capitoli ma per una divisione in parti affinché ogni parte equivalesse ad un anno della vita del protagonista.
Mentre il secondo libro è diviso in capitoli, per ogni capitolo equivale un giorno, ecco decidete come dividere il vostro libro facendo comunque in modo che non si veda un distacco troppo netto e che la storia continui ad essere fluida, e mi raccomando, quando dividete in capitoli non lasciate gli spazi, se il vostro libro verrà scelto da una casa editrice sarà compito dell'impaginatore impostare gli spazi e altre cose del genere.
L'ortografia non va trascurata, se avete dubbi su come si usa un accento o un apostrofo, cercate sul dizionario, niente ripetizioni, usate i sinonimi, niente rime, usate altri sinonimi, ricordatevi che i congiuntivi esistono, ho letto molti ''...e se se si era fatto male?'' qui ci va il congiuntivo, esiste, usatelo.
Quando scrivete storie ambientate in altri paesi all'interno delle quali i protagonisti non hanno nulla a che fare con l'Italia, nella bozza non sono ammesse espressioni dialettali tipicamente italiane, è un'incoerenza, ad esempio ho potuto vedere ''porella'' ''non c'avevo voglia'' e altro ancora, a patto che non stiate scrivendo un libro ambientato a Brescia ed il protagonista è bresciano, non usate ''pota'', questo è solo un esempio ma mi è capitato di vedere libri di autrici esordienti in cui i protagonisti sono americani e usano espressioni tipicamente italiane.
Non mettete banalità all'interno del vostro libro, non mettete cose già viste perché appunto sono già viste, cercate di capire cosa non piace ai lettori, a questo scopo mi hanno molto aiutato a comprendere cosa era meglio evitare canali youtube in cui coloro che filmavano ''setacciavano'' completamente dei libri facendo luce sui loro difetti, vi posso consigliare i seguenti canali: 
La serie del libro di melma di Ilenia Zodiaco, dove occasionalmente parla di libri molto brutti mettendo in risalto praticamente tutto ciò che in un libro non dovrebbe esserci: https://www.youtube.com/playlist?list=PLPapjzFzPVYG-r0QdbhISN1qhTpKIVe03
La serie #librotrash di Matteo Fumagalli, stessa cosa: https://www.youtube.com/playlist?list=PLjJol2nwwaNTmoBqFWOjzL5u6qTg72SIA.
Se nel vostro romanzo ci sono tutte le cose che loro criticano, cambiate strategia, vi segnalo anche alcuni articoli che ho scritto io su alcuni libri per presentarvi qualche errore che potreste aver fatto qui e qui.
Ci sono altri siti di editor su internet che possono far luce sui vostri dubbi come ad esempio Sara Gavioli.
Prima di spedire il romanzo alle case editrici fate fare una revisione di bozze ad un revisore di vostro gradimento oppure potrei farlo io, trovate le informazioni sul servizio di revisione bozze offerto dal blog qui.

Quindi i segreti sono: non cadete nel banale e scrivete un testo corretto.

Comments

Popular posts from this blog

How to write and publish a book.

Readers always come at the end asking to themselves if they would ever be able to write and publish a book.  Well, it is possible to write a book, and I can give you some suggestions right now. First of all you have to study the market a little bit, if you want to write a romance but everyone is crazy for horror at the moment, probably it's not the best time for it and your work need to wait or it won't be as succesful as you will want it to be. If the ''style'' that you are writing at the moment is successful then make sure that the story is original and it is not a copy of a copy. Do not make grammar mistakes. Avoid them, make sure that someone else reads the book for you and valutates it, if you want I can do it for you, check the services page to know how to contact me, someone should tell you if your book is good or it have no chanches.
Edit your book, I know averyone has been talking about if editing is useful or not and listen to me, yes it is.
The edito…

This is your time to shine - for all the authors that need to market their novel - FREE

In Italy the government gives every person who turns 18 a bonus of 500€ to spend on book. Since I want to improve my English and to help people I have thought about buying self published authors and traditional published novels but of new writers to help them be recognized and promote their work if it is good.  All you need to do is write to me an email at readtosurvive.blog@gmail.com telling me about your book, what is the story and all you want and follow me on Twitter or/and Instagram (3.1k followers) I will select 5 books a month to buy and review, if your book is too good to be true it will be suggested to my blogger friends and it will get a permanent spot under all my articles with a direct link to buy it.  At the beginning of the month I will announce on the blog who the winners are and I will announce when to expect the review.
(Obviously understand that some months I can buy 2 books instead of 5 because sometimes the bonus doesn't work and sometimes I just don't have…

Aggiornamenti 2019

Ciao a tutti, come state? E' da un po' che non scrivo sul blog ed il motivo è che mi sono voluta prendere una pausa per via della scuola, della stanchezza e anche per via del fatto che non ho per niente letto in questo periodo, non ero proprio nel mood, semplicemente non mi voglio forzare a scrivere, il blog per me è una passione e non un lavoro, se non me la sento di pubblicare un articolo non lo faccio, non voglio forzarmi. Comunque, ho alcuni aggiornamenti su cui ho potuto meditare in questo periodo di assenza. Innanzitutto ho pensato ad alcune serie che possono uscire. La prima, quella a cui tengo di più è la serie sulla scrittura che sarà pubblicata ogni lunedì, con questa serie vi informerò di come procede il mio processo di scrittura ed editing di entrambi i miei libri che penso di pubblicare fra poco, ho deciso di autopubblicarmi per una serie di motivi che vi spiegherò in un apposito articolo che uscirà in uno dei lunedì dedicati alla scrittura, la serie si chiamerà …